Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

Il prof. Roberto Foschino è risultato vincitore di un progetto di ricerca nell’ambito del bando europeo ERANET.

Prof. Roberto Foschino

Prof. Roberto Foschino è risultato vincitore di un progetto di ricerca intitolato “Valorizzazione dei sottoprodotti derivanti dall’industria lattiero-casearia e dei semi oleosi, da produzione biologica, attraverso attività fermentative (FERBLEND)” nell’ambito del bando europeo ERANET “SusFood/Core Organic Joint Call 2019: Towards sustainable and organic food systems”.

Il progetto mira alla valorizzazione dei sottoprodotti derivanti dalla trasformazione di semi oleosi e del latte, da produzione biologica, attraverso l’applicazione di un processo fermentativo microbico per la messa a punto di prodotti alimentari innovativi con funzionalità tecnologiche e nutrizionali migliorate. La riduzione dei rifiuti e l'esplorazione di modi innovativi per aumentare l'efficienza delle risorse sono temi cruciali per l’aumento della sostenibilità delle filiere alimentari. In particolare, i produttori di olio di semi e le aziende lattiero-casearie di piccole e medie dimensioni si ritrovano ad affrontare la gestione dello smaltimento di sottoprodotti che ancora conservano componenti nutrizionali in quantità importanti. Combinando i due flussi laterali, la circolarità dei processi viene rafforzata e le strategie sviluppate in questo progetto possono essere sfruttate da diversi attori della catena di approvvigionamento alimentare. Il pre e post trattamento delle materie prime e delle miscele fermentate consentiranno di ridurre i composti antinutrizionali e permettereanno di ottenere una adeguata qualità sensoriale. Le tecniche di lavorazione presteranno attenzione alla riduzione del consumo di energia e delle emissioni di CO2, per la formulazione di semilavorati o prodotti finiti più rispettosi del clima.
La fermentazione dei materiali derivanti dai due flussi è il passaggio chiave per ottenere prodotti sicuri e idonei al consumo con il fine ultimo di migliorarne l’accettabilità sensoriale e il valore nutrizionale, mantenendo la sostenibilità del processo. L’utilizzo delle preparazioni alimentari sviluppate si declinerà su diverse soluzioni che possono essere interessanti per varie filiere come quelle dei prodotti da forno, degli snacks e delle bevande alternative. Si prevede un sostanziale incremento delle conoscenze relative alla lavorazione di miscele di panelli vegetali e siero di latte con possibile messa a punto di prodotti progettati su misura.
All’interno del Dipartimento sono coinvolti nel progetto il prof. Ivano De Noni, la dr. Claudia Picozzi e la prof. Ileana Vigentini.

Partenariato:
- Technische Universität Dresden (Capofila), prof. Harald Rohm;
- Aarhus University, prof. Milena Corredig;
- Wroclaw University of Environmental and Life Sciences, prof. Anna Michalska.

Argomento:
Sistemi alimentari efficienti, circolari e a zero rifiuti.

Livello di maturità tecnologica (TRL = 5):
Tecnologia convalidata in ambiente industrialmente rilevante.

17 luglio 2020
Torna ad inizio pagina